Cultura e storia della Bulgaria

Bulgaria

È facile parlare inglese in Bulgaria? Come sono i bulgari e quando sono chiusi i negozi in Bulgaria?

Ricerca di alloggi in Bulgaria

La lingua

La lingua ufficiale è il bulgaro, parlato dall'85% della popolazione. Altre lingue minoritarie sono il turco e il rumeno.

Il bulgaro ha subito una notevole evoluzione e, a causa dell'influenza delle lingue vicine, la forma stessa della lingua si è allontanata dal tipo slavo.

Il bulgaro utilizza l'alfabeto cirillico e non quello latino. Tuttavia, la maggior parte delle insegne nei centri turistici o sui cartelli stradali sono sia in cirillico che in latino. Le nozioni di base della lettura del cirillico sono utili, ad esempio, per il trasporto locale nelle zone rurali, dove il latino non è molto utilizzato.

Conoscenza dell'inglese e delle lingue straniere

L'inglese è parlato solo in misura limitata in Bulgaria. Molte persone conoscono l'inglese di base ed è possibile cavarsela con frasi comuni in inglese nel settore dei servizi.

Tuttavia, se volete chiedere in inglese qualcosa di diverso dal servizio che state utilizzando, non ve la caverete molto bene.

Tra le altre lingue, il russo è molto diffuso.

Il mini-dizionario

  • Salve. Dóbar dén
  • Buongiorno. Dobró útro
  • Goodbye - Arrivederci. Dovíždane
  • Grazie - Grazie. Blagodarjá
  • Prego - Mólja
  • Non c'è di che. Njama zašto
  • Mi scusi. Izvinětě
  • Non capisco... Ně vi razbiram
  • Non... Ne
  • Non capisco... Da
  • Dove? Kadé?
  • Alla stazione. Gara (гара) / autobusové nádraží – Avtogara (автогара)
  • Spiaggia - Pljaž (плаж)
  • Orario - Razpisanja (разписание)

Persone

La Bulgaria ha solo 6.385.000 abitanti e una delle più basse densità di popolazione di tutti i Paesi europei.

I bulgari stanno emigrando in gran numero verso l'Europa occidentale per trovare un lavoro migliore e il Paese si sta spopolando al ritmo più veloce di tutti i Paesi dell'UE.

La maggior parte della popolazione vive intorno alla capitale Sofia o nelle zone costiere.

La mentalità nazionale corrisponde alla parte sud-orientale dell'Europa. I bulgari sono un po' irascibili, amano socializzare, litigare e riconciliarsi. Spesso sono un po' permissivi e molte cose non li preoccupano affatto, ad esempio un po' di disordine per le strade è la norma accettata.

Molto spesso si trovano atteggiamenti disinvolti e un'improvvisazione generale. I bulgari sono slavi e rappresentano quasi il 90% della popolazione. Le altre minoranze sono i turchi, gli armeni e i rom.

I bulgari sono amichevoli con i turisti, ma a volte lo sono troppo. In genere si tratta solo di un'affettazione per spillarvi denaro extra. Questo è molto spesso il comportamento di camerieri, gestori di piccoli alberghi privati, guide turistiche o venditori di servizi turistici.

Religione e fede

Oltre il 62% dei maltesi aderisce alla Chiesa ortodossa bulgara e circa il 10% all'Islam.

La gente del posto è molto religiosa, come dimostra la straordinaria densità di chiese che si trovano letteralmente a ogni angolo. La religione implica anche che i bulgari sono un popolo piuttosto conservatore.

Ciononostante, la religione non è una questione di primo piano nella società e non incontrerete il radicalismo religioso in Bulgaria.

Vacanze

Nelle zone turistiche, la maggior parte dei negozi è aperta fino a mezzanotte. Al di fuori delle località balneari, l'orario di apertura standard per i servizi e i piccoli negozi è fino alle 19.00 e per i supermercati fino alle 22.00.

Negozi e ristoranti restano aperti la domenica e nei giorni festivi.

Giorni festivi

  • 1 gennaio - Capodanno
  • 3 marzo - Liberazione dal dominio ottomano (1878)
  • 1 maggio - Festa del lavoro
  • 6 maggio - Festa di San Giorgio, giornata del valore e dell'esercito bulgaro
  • 24 maggio - Giornata dei Santi Cirillo e Metodio, Giornata della cultura e dell'educazione slava
  • 6 settembre - Giornata dell'unificazione della Rumelia orientale con il Principato di Bulgaria (1885)
  • 22 settembre - Giornata dell'indipendenza (1908)
  • 1 novembre - Giornata dei costruttori nazionali
  • 24, 25, 26 dicembre - Natale

Durante queste festività tutti gli uffici e le istituzioni finanziarie sono chiusi.

In generale i bulgari amano e celebrano tutte le festività e gli eventi familiari come matrimoni, compleanni o cerimonie religiose. Molto popolari sono anche le feste del vino e del carnevale, dove non mancano i costumi tradizionali e la tradizionale danza della ruota del choro.

La cultura

La Bulgaria organizza molti interessanti festival ed eventi culturali durante tutto l'anno.

Potrete assistere al festival folcloristico "Golden Rebeck", al folkloristico "Festival delle Rose" di Kalzanak o al festival musicale "Madara". In base alla nostra esperienza personale, dobbiamo dire che i bulgari sono incredibilmente naturali e spontanei, e molti festival folcloristici ci hanno entusiasmato. Inoltre, la maggior parte dei festival e degli eventi sono gratuiti.

La storia in breve

I primi e più antichi abitanti della Bulgaria sono stati i Traci. In passato, il territorio della Bulgaria faceva parte dell'impero di Alessandro Magno, dell'Impero Romano o dell'Impero Bizantino.

I primi slavi entrarono nel territorio dell'attuale Bulgaria nel VI secolo. Sebbene il primo Stato bulgaro sia stato fondato nel 681 dal khan Asparukh, fu indebolito e occupato più volte da altri Stati o imperi. La Bulgaria ottenne finalmente l'indipendenza dall'Impero Ottomano nel 1908 sotto il principe Ferdinando. La Bulgaria ha vissuto la prima e la seconda guerra balcanica e la prima e la seconda guerra mondiale.

Nella Seconda guerra mondiale, la Bulgaria ha combattuto a fianco della Germania nazista, ma nel 1944 ha concluso un armistizio con l'URSS, la Gran Bretagna e gli USA ed è passata dalla parte degli Alleati.

Fino al 1989, la Repubblica Popolare di Bulgaria è stata governata dal Partito Comunista. Nel 2004 la Bulgaria è diventata membro della NATO, nel 2007 dell'UE e nel 2024 dell'area Schengen.

Il turismo

La Bulgaria è un Paese molto vario e bello. In estate è possibile trascorrere le vacanze al mare nelle famose località di Sozopol, Golden Sands, Albena, Burgas e Varna.

In inverno è possibile sciare nei centri montani (ad esempio Bansko nei Monti Pirin o Pamporovo nei Monti Rodopi).

L'infrastruttura turistica in Bulgaria, soprattutto nelle località balneari e nelle grandi città, è molto ben sviluppata con una gamma completa di servizi.

La Bulgaria ha una rete molto fitta di ostelli turistici in montagna, chiamati chalet, con cartelli turistici che li collegano. Il costo dell'alloggio si aggira intorno ai 5 euro, che corrispondono alle strutture. È bene portare con sé un sacco a pelo. Un'altra possibilità di alloggio è rappresentata dalle pensiline, simili alle fermate degli autobus nel nostro Paese. Di solito ci sono panchine, un tavolo e talvolta un caminetto.

Chi ama dormire all'aria aperta può accamparsi quasi ovunque senza alcuna penalità.

Questo articolo può contenere link di affiliazione dai quali il nostro team editoriale può guadagnare commissioni se si fa clic sul link. Vedere la nostra pagina sulla politica pubblicitaria.